social_top
 
social top right
 
TAB LATERALE
Sapzio Soci_lan
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Flickr
 
titolo

Rassegna stampa

 
Bcc del FVG
03/07/2006
La sfida degli under 40
MESSAGGERO VENETO - 3 luglio 2006

«Le imprese giovani in agricoltura - ha commentato il presidente della Coldiretti regionale, Dimitri Zbogar - ci sono, le ricerche di Ires e Inea hanno documentato che sono innovative, stanno sul mercato, occupano addetti, hanno prodotti di qualità, sono presenti dai monti al mare, rappresentano il futuro del primario, ma ad oggi la Regione non se n'è accorta. Speriamo che nel nuovo Piano di sviluppo rurale sia inserito un pacchetto giovani, volto a sostenere lo sviluppo», conclude Zbogar il quale si augura che l'assessore Enzo Marsilio - è stata notata con disappunto la sua assenza alla presentazione dei risultati dell'indagine avvenuta alla Fiera di Udine -, così come la Regione nel suo complesso, legga i resoconti del convegno che Coldiretti del Fvg ha organizzato per presentare dati delle ricerche e testimonianze degli imprenditori.

Critiche alle politiche agricole di tutte le Regioni d'Italia le ha fatte il delegato nazionale del Movimento giovanile di Coldiretti Donato Fanelli: «C'è una generale sottovalutazione delle Regioni di questo fenomeno, una profonda ignoranza delle risorse necessarie per avviare una nuova imprese agricola o solo per rigenerare quella ereditata e quindi un disinteresse profondo per una realtà, quella dell'imprenditoria giovanile in agricoltura, che in Italia rappresenta il 10% delle aziende».

L'investimento in agricoltura, infatti - si è sottolineato -, non è affatto marginale. Anzi, la creazione di un posto di lavoro nel primario è molto costosa, ma dura nel tempo perché l'attività non è delocalizzabile. Sui forti investimenti delle imprese agricole è calata perfetta la testimonianza del presidente della Federazione delle Bcc del Fvg, Italo Del Negro. «Se ci riferiamo al solo credito agevolato in agricoltura gestito dalle Bcc, del quale deteniamo il primato assoluto con una percentuale del 51,20%, nel 2005 è stato registrato un importo pari a 8 milioni e 300 mila euro».

Altrettanto significativo l'intervento del delegato regionale dei giovani di Coldiretti Francesco Tonut che ha svolto una relazione sul Pacchetto giovani e sulla programmazione per il periodo 2007-2013 («in agricoltura per forza di cose - ha detto - occorre programmare gli investimenti, e quindi anche le politiche, in tempi medio- lunghi e ci auguriamo che questa volta la Regione vari delle politiche e che siano di largo respiro»). Pregnanti le testimonianze di alcuni giovani imprenditori che hanno imprese in Fvg come Katia Rabassi, Marco De Munari e Silva Marian. Al di là del settore e della localizzazione tutti hanno evidenziato come, attraverso la qualità, la certificazione, un corretto rapporto con l'ambiente e con i consumatori, con la rintracciabilità sia possibile fare reddito in ogni angolo del territorio. Per le Bcc, oltre al presidente Del Negro, è intervenuto il funzionario Lorenzo Kasperkovitz che ha presentato gli strumenti finanziari a favore dei giovani agricoltori.