social_top
 
social top right
 
TAB LATERALE
Sapzio Soci_lan
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Flickr
 
titolo

Rassegna stampa

 
Messaggero Veneto
30/11/2016
Riapre Start cup: il futuro è l’impresa
Presentato il nuovo progetto dedicato a giovani e idee innovative

di Laura Venerus wPORDENONE L’unione delle forze per il sostegno delle idee innovative dei giovani imprenditori: è questa Start cup Fvg 2017, il concorso rivolto a start up e imprese per diffondere la cultura imprenditoriale, incentivando così lo sviluppo economico regionale e l’attrazione di ulteriori investimenti e imprese da fuori regione. Un progetto articolato, presentato ieri a palazzo Klefisch, sede di rappresentanza dell’Unione industriali di Pordenone, che nei vari mesi di svolgimento (partito di fatto ieri con la messa in rete del nuovo sito internet e l’avvio delle iscrizioni) fornirà a tutti i partecipanti incontri di formazione e assistenza per la redazione dei business plan e per i vincitori prevede premi in denaro e servizi di incubazione e accompagnamento al mercato nonchè la possibilità di accedere al Premio nazionale per l’innovazione (Pni, in programma a dicembre 2017). L’organicità del progetto e la collaborazione tra le realtà regionali trasversalmente coinvolte sono state evidenziate ieri anche attraverso i numerosi ospiti: i partner sono le università regionali, due fondazioni bancarie, il gruppo giovani imprenditori Confindustria Fvg, quattro parchi scientifici e tecnologici, la Regione e la Federazione delle Bcc del Friuli Venezia Giulia, oltre a numerosi supporter. A fare gli onori di casa Matteo Di Giusto, presidente del gruppo Giovani imprenditori di Confindustria Fvg, che ha illustrato le componenti essenziali del progetto. «In una situazione ancora delicata per l’economia attuale – ha affermato Di Giusto – è fondamentale investire nella nascita di nuovi soggetti imprenditoriali e nell’innovazione delle imprese. Start cup va proprio in questa direzione, fornendo supporto alla nascita di nuove realtà e alla crescita di start up capaci di muoversi in direzione innovativa. Start cup ha inoltre il merito di ampliare ancora la sinergia andando oltre i confini Confindustriali e fare davvero squadra con i principali attori della regione». L’investimento è notevole: sono in palio 112 mila euro di montepremi che saranno distribuiti ai vincitori delle due categorie previste, Ideas (per quei progetti ancora in fase embrionale) e Start up (realtà già in grado di partire). Ai quattro progetti vincitori della sezione Ideas saranno destinati quattromila euro ciascuno, mentre i quattro vincitori della sezione Start up riceveranno quattro mila euro di premio e servizi per un valore di 20 mila euro di pre-incubazione o mentoring da un incubatore certificato. Prima di giungere alla fase finale, è prevista tra giugno e luglio 2017 a Udine la Notte degli angeli, un evento in cui i 24 progetti selezionati saranno collegati a un “angelo”, una sorta di tutor che accompagna il progetto alla fase finale. «La conoscenza deve produrre sviluppo – ha detto il direttore del Polo tecnologico di Pordenone Franco Scolari – e in regione c’è un ecosistema adatto per emergere». Ruolo fondamentale è dato dalle banche (presenti Gianfranco Favaro, vicepresidente della Fondazione Crup, Walter Lorenzon della Bcc di Pordeone e Lino Mian di FriulOvest banca) e dalle aziende del territorio (presente ieri Alessandro Trivillin, amministratore delegato di Abs e Co-Ceo di Danieli). «Start Cup – ha concluso il vicepresidente della Regione, Sergio Bolzonello – è un’opportunità per incoraggiare e sostenere una cultura imprenditoriale giovanile».