social_top
 
social top right
 
TAB LATERALE
Sapzio Soci_lan
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Flickr
 
titolo

Rassegna stampa

 
Il Gazzettino
26/10/2017
Il Maqor va al cinema premiato Battiston
LA CONSEGNA IL 3 NOVEMBRE CON LA LAUDATIO CHE SARÀ TENUTA DAL REGISTA MATTEO OLEOTTO

IL PREMIO Guarda all'arte, quest'anno, il Premio Gilberto Pressacco Maqor Rusticitas, e guarda in particolare al teatro e al cinema. Nella sua 8° edizione, il riconoscimento, promosso dall'associazione culturale intitolata allo stesso don Gilberto, verrà infatti consegnato a Giuseppe Battiston, attore friulano vincitore di due David di Donatello (per Pane e tulipani nel 2000 e per Non pensarci nel 2007) e tre volte candidato al Nastro d'Argento.«Per la sua capacità di incarnare le caratteristiche insite nella rusticitas' ha detto il presidente dell'associazione, Flavio Pressacco -, armonizzando il successo cinematografico e teatrale con i valori di sobrietà, onestà e attenzione al proprio tempo anche attraverso le sue scelte di lavoro sulle scene e sul grande schermo, Battiston è il vincitore dell'edizione 2017».La cerimonia di consegna del premio (rappresentato da un'opera d'arte di Giorgio Celiberti) sarà il 3 novembre al Visionario di Udine: momento clou sarà la laudatio curata dal regista goriziano Matteo Oleotto, che con Battiston ha lavorato nel film Zoran, il mio nipote scemo. L'attore terrà poi la sua lectio magistralis dialogando con Sabrina Baracetti, presidente del Cec. Gli intermezzi musicali saranno a cura del Coro dell'Università di Udine, recentemente intitolato proprio a Pressacco. Dopo la premiazione, infine, è prevista la proiezione del film Finché c'è prosecco, c'è speranza, alla presenza di Battiston (che ne è il protagonista) e del regista Antonio Padovan. La pellicola è tratta dall'omonimo lavoro dello scrittore veneto Fulvio Ervas, autore di una serie di romanzi ambientati nel Nordest che vedono protagonista l'ispettore Stucky; questo, in particolare, racconta le indagini dell'ispettore (interpretato da Battiston) impegnato a risolvere il mistero della morte del Conte Ancillotto, imprenditore vinicolo della Marca che pare essersi suicidato platealmente; il film sarà presentato a fine mese alla Festa del Cinema di Roma 2017 e uscirà nelle sale il 31 ottobre (prevendite sul sito visionario.movie).«Il progetto Maqor ha detto Pressacco, ieri alla presentazione del premio, nella sede della Federazione delle Bcc regionali che sostengono l'evento -, affronta i temi che rispecchiano la quintessenza del pensiero di Gilberto, che pur essendo un eclettico, ha concentrato i suoi contributi più significativi sulle radici del Cristianesimo aquileiese, trovandone il fondamento nelle caratteristiche riassumibili con rusticitas. In questa accezione di rustico non c'è valenza dispregiativa, quanto piuttosto il significato di estraneità dai meccanismi di potere, non nel senso sdegnoso, ma come capacità di non farsene coinvolgere in maniera impropria: rusticitas significa quindi onestà, schiettezza, coerenza, rifiuto dei compromessi».Dopo aver premiato personalità di rilievo in campi quali lo sport, la poesia, la musica e la cultura, il Premio verrà quindi assegnato a un protagonista del mondo cinematografico e teatrale «che in scena ha concluso Pressacco -, rappresenta anche fisicamente la rusticitas». Il presidente dell'associazione ha anche annunciato che quest'anno, 20° anniversario della scomparsa di don Gilberto, verranno organizzate altre iniziative per costruire un simbolico riassunto delle indagini che svolse in vita.Alessia Pilotto
© RIPRODUZIONE RISERVATA