social_top
 
social top right
 
TAB LATERALE
Sapzio Soci_lan
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Flickr
 
titolo

Rassegna stampa

 
Il Piccolo
12/05/2011
Dal credito cooperativo nasce Assicura Group
Presentata a Mogliano Veneto la holding che raggruppa le società del Triveneto che si dedicano all'attività di bancassicurazione. Partecipazione tedesca
Integrazione. È questa la parola d'ordine sul versante della "bancassurance" per il movimento del credito cooperativo del Nordest. Ieri, a Mogliano Veneto, è stata presentata Assicura Group, la holding che riunirà le tre Assicura regionali di Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige e Veneto, ovvero le attuali società regionali dedicate all'attività di bancassicurazione. L'obiettivo del progetto è quello di realizzare un "polo di intermediazione assicurativa" del Nordest, attraverso la costituzione, per l'appunto, di "Assicura Group"; la società sarà partecipata al 30% da ciascuna delle tre società regionali e per il restante 10% da Cassa centrale Banca. Partner del progetto è il Gruppo Assimoco, riferimento storico del Credito cooperativo italiano. Socio di maggioranza di Assimoco è R+V Versicherung, espressione del movimento cooperativo tedesco, controllata da Dz Bank. Entrando nello specifico del progetto, la società capo gruppo Assicura Group controllerà le tre società operative Assicura Agenzia, Assicura Partner e Assicura Broker con sede rispettivamente a Padova, Udine e Trento. Queste acquisiranno le attività industriali delle tre società regionali esistenti, le quali avranno anche il compito di fare da presidio delle relazioni istituzionali con il territorio di riferimento. Più nel dettaglio, Assicura Agenzia si occuperà della commercializzazione delle polizze attraverso gli sportelli bancari delle Bcc del Nordest, rette da Giuseppe Graffi Brunoro; Assicura Partner seguirà l'attività amministrativa e di servizi; Assicura Broker, infine, curerà l'intermediazione con attività di brokeraggio a favore delle banche di credito cooperativo. «La bancassicurazione rappresenta una delle frontiere da sviluppare - è stato evidenziato nel corso dell'evento di Mogliano Veneto - e che il credito cooperativo intende percorrere al meglio. E non solo per ragioni di carattere commerciale, comunque finalizzate a rispondere sempre meglio alle sfide di un mercato economico e finanziario sempre più complesso ed impegnativo». «Ma anche perché, in ambito assicurativo - si è detto -, più ancora che in altri ambiti, l'asimmetria informativa rappresenta un elemento di criticità e il credito cooperativo, con la sua tradizionale attenzione al cliente, può esprimere un servizio estremamente qualificato all'insegna della trasparenza».